FLAVIA MIGANI

 

FORMAZIONE:

2008-11 Accademia di Costume e di Moda / Tesi: Memorandum, La storia del nostro corpo

2014 Montaggio e regia / priv.

2012-13 Interior design / Upter

2012 Computergrafica / priv.

2010 Illustrazione / Officina B5

 

WORKS

2014:

Realizza i costumi teatrali per Munne - ‘ O munno differente - compagnia Atto Nomade/Marzia Ercolani. Vincitrice selezioni regionali di MarteLive con la collezione Il Corpo, sezione Moda e Riciclo. Realizzazione di una personale linea di moda.

2013:

Lavora nella direzione creativa per Ave Ta.g, evento organizzato da DoubleStudio, agenzia di ideazione e produzione eventi. Partecipa e vince il secondo premio al concorso Ave Ta.g, come fashion designer con la collezione Il Corpo.

2012:

Lavora con contratto Stage per un periodo di tre mesi nello showroom di Vivienne Westwood, Londra, curando la campagna vendite, come assistente responsabile del reparto borse e gioielli di tutte le linee. Lavora come fashion designer per Nu:s, La moda veste l’architettura, progetto curato da DoubleStudio, di Antonella Buono, con Arturo Tedeschi, Alessio Spinelli, Chiara Cola, Simone Bruno, Davide Severi, Maurizio Degni / Progettazione e creazione di due abiti ispirati all’architettura parametrica, opera corale con altri artisti quali anche architetti e musicisti. Progetto ideato per il Chiostro del Bamante, poi esposto anche al MacroTestaccio, Roma. Durante questo periodo ha avuto l'opportunità di lavorare insieme ad una equipe di sarte professioniste, Ada di Rocco e le sue collaboratrici. Costumista di produzione per il videoclip Cresci, per l’artista Orlá / Produzione Indyca, Torino. Costumista per lo spettacolo teatrale Shehérezade, rivisitazione de Le Mille e una Notte, progetto di Vania Castelfranchi, Lucio Villani ed Elena Aimone / Teatro L’Espace, Torino.

Tra il 2011 e il 2012:

Partecipa alla conferenza Il Corpo e la moda, svoltasi durante la mostra Body Worlds,

presentando la tesi sul Corpo e il progetto di collezione annesso / Officine Farneto, con

Stefano Dominella della Maison Gattinoni, e Clara Tosi Pamphili. Lavora come sarta e consulente per Astriaha, casa di moda di Haori giapponesi di Cristina Soddu, Roma.

Espone i suoi lavori fotografici in tre mostre, presso le associazioni culturali L’Asino che vola, Defrag e DéModé. Per Talents 2011 e 2012, sfilata degli allievi dell’Accademia di costume e di moda, svolge il lavoro di assistente alla direzione artistica ed organizzazione con Liliana Tudini / Altaroma. Parallelamente il secondo anno (2012) partecipa alla sfilata come fashion designer per la collezione Il Corpo / Progettazione e creazione di 5 abiti poi utilizzati per servizi fotografici ed eventi.

Tra il 2010 e il 2011:

Lavora con contratto Stage come graphic designer per la Richard Ginori, nello studio Gian Battista Vannozzi a Roma, nella progettazione di porcellane per la tavola.