Tutti i diritti riservati.

SUDARIO CARDIACO

Passi e sospiri di una forestiera

 

Sud il mio sguardo interiore,

che cerca, domanda, aguzza la vista.

Sud le mie viscere,

il mio cuore, il mio dolore.

Sud il mio tuffare,

il mio cadere, il mio giacere.

Sud il mio sorgere, il mio sbocciare

il mio fruttare.

Sud da Roma mia, per la consolare

Appia, per le mulattiere.

Sud per transumare, per sentire,

per comprendere.

Sud sempre accolta, sud sempre accorta.

Sud accasata, lusingata, desiderata.

Sud tradita, sparlata, straniera.

Sud richiamo, magia, ricordo.

Sud patto di sangue,

rosso piccante, tramonto sfacciato.

Sud verde speranza, verde invidia,

celeste di lacrime, azzurro di addii,

marrone di orme e fango,

giallo di canto.

Sud dove la polvere è terra,

la terra è pelle, la pelle è sole.

Sud che è mancanza,

vergogna, reputazione.

Sud moglie e madre,

sud amante e sesso.

Sud immacolato, sud prostituito.

Sud chiassoso e ridente,

pacchiano, festaiolo, ardente.

Sud muto e bugiardo,

sotterraneo, silente, segreto.

Sud calloso e ortolano,

schiene spezzate, mani gonfie,

denti morti.

Sud di avvocati, dottori, maestri,

sud di carabinieri e soldati,

sud in nero.

Sud elegante e prezioso,

arcaico, artigiano, sapiente.

Sud porto, rifugio, sbarco.

Sud  deserto, rovina, cimitero.

Sud morte e lavoro,

sud centenari e nipoti.

Sud tossine e discarica,

amianto, mercurio e diossina.

Sud genuino e saporito,

culinario, fatto in casa, farcito.

Sud maceria, cemento, appalto,

sud roccia, sabbia, tronco.

Sud preistoria, origini, arte.

Sud sospettoso e colpevole,

giudicante, bigotto, ricattatore.

Sud case aperte e ospite sacro,

evviva la sposa, figli maschi, nozze d’oro.

Sud onomastico, comunione, cresima.

Sud ipocrita, gaudente, eccitato.

Sud cattolico, santo, martire.

Sud di fede e infedeli.

Sud di ventri grandi e vogliosi,

di calure, ustioni, vampate.

Sud di ripudio e scherno,

di vendetta e minaccia,

di paure e sospetto.

Sud di brindisi e serenate,

stornelli e lune umide,

sagre e discoteche.

Sud televisione, soap opera

televendita.

Sud di maghi, streghe, tarocchi.

Sud di poeti, solitudine e teatro,

sud di saggi e pagine pregne.

Sud di tavole, forni e pozzi,

di fabbriche e campi.

Sud avanti Cristo, sud ogni Cristo,

sud di Madonne e Vergini,

di patroni e padroni.

Sud mistero e poesia,

rigore e barocco,

arcobaleno italico e greco,

bizantino e arabo,

albanese e zingaro,

normanno e spagnolo.

Sud che va via, sud che mai via,

sud che ricorda, che dimentica,

che invecchia.

Sud di bar e corti, sedie sull’uscio,

calcio e messa.

Sud che nasce magraldo tutto,

che annoia scugnizzi, dispera studenti.

Sud orgoglio e onore,

fermezza e vanto, terra dei nonni.

Sud abbandonato, moribondo, rinnegato.

Sud sognato, voluto, sperato.

Sud che risucchia, contiene e scalda.

Sud che è fessura, crepa e natura.

Sud che è bastone, potere e croce.

Sud partoriente e invadente creatore.

Sud anima, corpo, verbo.

Sud malgrado Sud.

Sud dal quale tutti veniamo,

sud al quale tutti torniamo.

* Sudario cardiaco

 

* Manifesto per una cultura agita

 

* Manifesto per un carcere umano

 

* Manifesto del legittimo adolescente