Ore illegali presentazione ufficiale. Danza Alessandra Cristiani. Foto Matteo Nardone.

 

PROLOGO PER UN REATO TEMPORALE

 

“Siamo tutti malati di falsa legalità, ipocrita, subdola, che ruba e impoverisce, esiliando il progresso della coscienza di sé. In questo viaggio di versi discendo contromano tra gironi dell’io, per riscoprire un tempo intimo, che si ribella agli orologi, rifiuta calendari, sceglie ore illegali. Un tempo interiore, primordiale, che ci riporti al nostro respiro e al respiro che ci ha creati. Nella poesia l’ossigeno, la lotta, la rottura. Per sciogliere l’apnea quotidiana e la corsa dello sguardo. Per tornare a sentire la nostra coda. Nel pozzo dell’istinto ricerco quell’alito animale, espressione primitiva senza economia né governi. Unico sistema me stessa. Personalissimo universo in grado di odorare altri individui. Altre galassie. Altre epoche relative”.

 

Marzia Ercolani - ORE ILLEGALI

"Anche il tempo, come chiunque stia nel luogo della bellezza, possiede una sua ferocia. Forse la più devastante, la più compulsiva. Anche il tempo, come chiunque eserciti bellezza, sia pur inconsciamente, suscita in chi lo guarda il desiderio di trattenerlo secondo il proprio arbitrio. Ferocia e arbitrio. Questo Marzia Ercolani lo ha in mente come un mantra, se lo ripete ogni giorno fino a farsi ferire dalle parole e dalla durata che hanno le stesse sottoposte a pronuncia.


[…] Marzia Ercolani possiede un telaio antico, scrostato, tirato su a manate e ingranaggi di quercia. Dal suo laboratorio, attraverso simbolismi introspettivi, srotola un tessuto poetico che è sintomo di ritmo, di fatica, di spostamento, dove la meccanica non è altro che il palpito, l’umore del cuore (“Tra testa o croce scelgo cuore”)."


dalla prefazione di Giuseppe Cristaldi

 

Ho crepe sui talloni. 

Radici che metto 

in ogni orma, 

radici che strappo 

ad ogni passo.

Mozzo sogni.

Ne faccio talee.

E poi spogliare albe,
il nudo chiarore del sì,
buio e luce, nulla più.
Un tempo relativo,
in cui giorno e notte 
fanno all’amore,
in cui il mio io risorga,
passo passo smarrito
sul filo celeste
del mai e del sempre.

PRESENTAZIONI ORE ILLEGALI

 

2015

 

* ROMA - TEATRO DELLA VISITAZIONE

performance poetica

Marzia Ercolani: testi e voce

Tiziana Tiberio: voce e canto

Alessandra Cristiani: danza

 

* MILANO - MAGOLFA 23 

* BACOLI (NA) - SIMPOSIO DELL'OZIO CREATIVO

* GALATINA (LE) - NOTTI BIANCHE

* LARINO - associazione AFRA (molise)

 

2016

 

* ROMA - LIBRERIA CAFFè BOHEMIEN

Marzia Ercolani: testi e voce

Tiziana Tiberio: canto